Lungo ed intriso d’incognite versa il cammino della consapevolezza, in ogni ambito delle attività umane. Cosa occorre ad accendere il lume della ragione resta un mistero, in un secolo in cui si è passati dallo ZERO informazioni, alla OVER DOSE di Fake News, ad illuminare le menti resta solo il buon senso ed una buona scuola di vita ed accademica. Certo è che la possibilita di amplificare , la comunicazione e renderla plurima, non l’ha migliorata perchè priva degli strumenti di autogovernace responsabile.

Troveremo una soluzione saggia a tutto questo marasma umano che si muove, inconsapevole delle insidie , nei trabocchetti Social armati da algoritmi profiler ? non saprei dare una risposta univoca, ma se introducessimo anche a scuola una sorta di Educazione Civica Social, forse eviteremmo autoproclami di LaureeByte nelle piu svariete materie, con l’assunzione prepotente ed incolta di “Verbi” incontestabili dei motori di ricerca.

Lo Studio vero e non quello presunto appiccicato è la terapia di una malattia chiamata “Ignorante Conoscenza Booleana ” ovvero prodotta solo da click di marketing di un algoritmo in background.